Governo: la presidente Meloni chiede regolamentazione dell’AI e “algoretica”


HomeIntelligenza Artificiale


Indirizzo copiato


Durante l’Assemblea Generale dell’ONU, la premier ha evidenziato l’importanza di regole per mitigare i rischi associati e sfruttare le opportunità. Inoltre, ha espresso preoccupazione per la rapida evoluzione della tecnologia e il pericolo che essa sostituisca le capacità umane, con possibili ripercussioni negative sul mercato del lavoro

Pubblicato il 22 set 2023


Redazione


Meloni AISede dell'ONU a New York


La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, durante l’Assemblea Generale dell’ONU ha sottolineato l’importanza e i rischi dell’intelligenza artificiale. “Le applicazioni dell’IA offrono enormi opportunità in vari settori, ma non possiamo ignorare i rischi significativi che comportano”, ha affermato.

Indice degli argomenti:

Intelligenza artificiale: un’opportunità e una minaccia

Meloni ha espresso preoccupazione per l’evoluzione rapida della tecnologia, che supera la nostra capacità di gestirne gli effetti. “Stiamo affrontando un progresso che rischia di sostituire le capacità umane. In passato, questa sostituzione riguardava il lavoro fisico, permettendo agli esseri umani di concentrarsi su compiti concettuali e organizzativi. Ora, è l’intellettualità umana che rischia di essere soppiantata, con conseguenze potenzialmente devastanti, soprattutto nel mercato del lavoro”, ha dichiarato.

WEBINAR

AI Generativa: strategie e soluzioni per non perdere il treno dell’Automazione Intelligente

Inizio modulo

Leggi l'informativa sulla privacy

  • Acconsento alla comunicazione dei dati a terzi appartenenti ai seguenti settori merceologici: servizi (tra cui ICT/digitali), manifatturiero, commercio, pubblica amministrazione. I dati verranno trattati per finalità di marketing tramite modalità automatizzate e tradizionali di contatto (il tutto come specificato nell’informativa)

Fine modulo

Meloni: l’importanza dell’etica nell’AI

La Presidente del Consiglio ha poi discusso le potenziali disuguaglianze sociali ed economiche che potrebbero derivare da un uso improprio della tecnologia. “In un mondo sempre più dominato dall’ineguaglianza e dalla concentrazione di potere e ricchezza nelle mani di pochi, sempre più persone potrebbero diventare superflue. Non possiamo permettere che questo settore diventi una ‘zona franca’ senza regole.

Abbiamo bisogno di meccanismi di governance globale”, ha affermato, “che garantiscano che queste tecnologie rispettino le barriere etiche, e che l’evoluzione tecnologica rimanga al servizio dell’umanità, e non il contrario. Dobbiamo implementare il concetto di ‘algoretica’, ovvero l’applicazione dell’etica agli algoritmi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

  •  
  •  
  •  
  •  

WHITE PAPER

Employee experience: i consigli dell’Osservatorio HR Innovation Practice per disegnare nuova relazione tra organizzazione e persone

17 Nov 2023


Argomenti

A

Ai

A

algoritmi

A

artificial intelligence

I

intelligenza artificiale


Canali

A

Attualità

I

Intelligenza Artificiale

N

News

Articoli correlati

  • NORMATIVE

Regolamentazione AI in Usa: tra Big Tech e governo un accordo bipartisan

29 Set 2023

di Mario Cartisano

Condividi

  • NORMATIVE EUROPEE

L’AI Act non ostacola lo sviluppo dell’AI generativa, ma chiede trasparenza e sicurezza

23 Giu 2023

di Federica Bottini

Condividi

  • NEWS

Governo: un fondo da 150 mln di euro per lo studio e la ricerca sull'AI in Italia

31 Mag 2023

di Redazione

Condividi

INFOGRAFICA

Progettare, sviluppare e implementare software app custom efficaci: la roadmap in 5 step

09 Nov 2023

Prossimo

Regolamentazione AI in Usa: tra Big Tech e governo un accordo bipartisan

Articoli correlati

  1. Governo: la presidente Meloni chiede regolamentazione dell’AI e “algoretica”
  2. Regolamentazione AI in Usa: tra Big Tech e governo un accordo bipartisan
  3. L’AI Act non ostacola lo sviluppo dell’AI generativa, ma chiede trasparenza e sicurezza
  4. Governo: un fondo da 150 mln di euro per lo studio e la ricerca sull'AI in Italia

Articolo 1 di 4

NORMATIVE

Regolamentazione AI in Usa: tra Big Tech e governo un accordo bipartisan


Indirizzo copiato


Le sette più importanti aziende nel campo dello sviluppo dell’AI hanno accettato un impegno volontario al fine di mitigare i rischi di questa tecnologia emergente

Pubblicato il 29 set 2023

CONTINUA A LEGGERE

WHITE PAPER

Una nuova strada per i pagamenti digitali in Italia: l’analisi dell’Osservatorio Innovative Payments

17 Nov 2023

Articolo 2 di 4

NORMATIVE EUROPEE

L’AI Act non ostacola lo sviluppo dell’AI generativa, ma chiede trasparenza e sicurezza

Un’analisi del testo del regolamento sull’intelligenza artificiale approvato dal Parlamento europeo il 14 giugno, tra le esigenze dello sviluppo tecnologico e la volontà di garantire gli utenti

Pubblicato il 23 Giu 2023

CONTINUA A LEGGERE

WEBINAR

Come costruire una security strategy efficace, passo dopo passo

Articolo 3 di 4

NEWS

Governo: un fondo da 150 mln di euro per lo studio e la ricerca sull’AI in Italia

Lo ha annunciato Alessio Butti, sottosegretario di Stato con delega all’Innovazione. Ma il presidente di Institut EuropIA, Marco Landi, ribatte: destinare 500 mln di euro del PNRR alla creazione di un consorzio di aziende italiane che lavorino allo sviluppo dell’AI

Pubblicato il 31 Mag 2023

CONTINUA A LEGGERE

WEBINAR

Industrie manifatturiere: dalla progettazione alla produzione di prodotto per mezzo del digital thread. Istruzioni per l’uso

  • Il webcast è disponibileGUARDA

Articolo 4 di 4

NetworkDigital360 è il più grande network in Italia di testate e portali B2B dedicati ai temi della Trasformazione Digitale e dell’Innovazione Imprenditoriale. Ha la missione di diffondere la cultura digitale e imprenditoriale nelle imprese e pubbliche amministrazioni italiane.

Indirizzo

Via Copernico, 38

Milano - Italia

CAP 20125

Contatti

info@digital360.it

ICT&Strategy S.r.l. – Gruppo DIGITAL360 - Codice fiscale 05710080960 - P.IVA 05710080960 - © 2023 ICT&Strategy. ALL RIGHTS RESERVED

Mappa del sito