L’immagine AI su Twitter che ha provocato un calo di Wall Street

Una foto fake di una mai avvenuta esplosione al Pentagono è comparsa sul social, provocando scossoni anche in Borsa

30/05/2023 di Enzo Boldi

Nel tentativo di seguire quella stella polare racchiusa all’interno del concetto di “libertà di espressione”, Elon Musk e la sua piattaforma social devono aver dimentica un principio di base: bene la libertà di parola, ma malissimo se utilizzata per diffondere disinformazione a qualsiasi livello. E la mossa di abbandonare il codice di condotta UE contro le fake news sembra essere proprio il tatuaggio di come Twitter non abbia alcuna intenzione di contrastare tutti quei fake che, nell’era dell’intelligenza artificiale, si diffondono a macchia d’olio. Dunque, sembra che non interessino all’aziende del fondatore di Tesla le conseguenze di queste azioni. Come nel caso dell’immagine AI – condivisa proprio su Twitter – che immortala una falsa esplosione al Pentagono.

LEGGI ANCHE > Se non lo puoi rispettare, esci dal codice: Twitter fa ciao ciao all’UE sulla disinformazione

La scorsa settimana, un account –che ora non esiste più – ha condiviso un’immagine che sembrava essere molto realistica. Si vedeva l’esterno del Pentagono circondato da una coltre nera di fumo derivata da una esplosione. Come riporta Insider, quell’immagine – probabilmente generata con l’intelligenza artificiale, ma sicuramente falsa – è apparsa su Twitter alle ore 10.10 (locali) del 22 maggio. E da lì una serie di condivisioni da parte di numerosi profili, compreso quello di RT (che poi ha rimosso il tweet), il canale satellitare russo (ex Russia Today) che conta oltre 3 milioni di followers in tutto il mondo.

RT, with over 3 million followers, has posted (since deleted) what looks to be an AI generated photo of an explosion near the Pentagon pic.twitter.com/6Bl7X8ZA2M

— Leonardo Puglisi (@Leo_Puglisi6) May 22, 2023

E questa attenzione mediatica – impercettibile in Italia – ha provocato anche una lieve flessione a Wall Street. Perché, la storia della Borsa insegna, ogni qualvolta accade un fatto di cronaca importante, i mercati entrano in fibrillazione e gli andamenti cambiano di minuto in minuto. Ovviamente la flessione non è stata importante, ma sintomatica ci quanto una fake news, come quella dell’esplosione al Pentagono (smentita persino dai Vigili del Fuoco di Arlington, in Virginia), produca dei riflessi dannosi per tutte le sfaccettature dell’ecosistema.

Esplosione al Pentagono, la foto fake condivisa su Twitter

Perché questo caso diventa emblematico? Sottolineiamo prima un aspetto: in questo caso, le Community Notes di Twitter hanno funzionato (e non come accaduto in altre occasioni). Lo si evince, per esempio, da cosa è accaduto sotto i tweet di alcuni profili che avevano condiviso questa immagine falsa.

Tutto ciò, però, non è stato sufficiente. E qui entra in gioco quel codice di condotta da cui Twitter sta uscendo e la possibilità (sempre più concreta) che il social di Elon Musk non risponda ai criteri del Digital Service Act. E, come un effetto domino, l’abbandono del mercato europeo. E se queste sono le premesse, visti gli effetti della condivisione di una sola immagine fake, non sembra esserci alternativa.

TAGS

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *